Elven Library

I mondi di J. R. R. Tolkien di John Garth

I mondi di J. R. R. Tolkien di John Garth

Pubblicato per la prima volta nel 2020 dalla casa editrice inglese Frances Lincoln, I mondi di J. R. R. Tolkien è un bel volume illustrato che racconta quali sono i luoghi che hanno ispirato Tolkien nella creazione de Il Signore degli Anelli e altre sue opere. Il volume è in uscita oggi in tutte le librerie e gli store online, pubblicato in Italia da Mondadori all’interno della collana Oscar Draghi, che ringrazio per la copia in anteprima.

Tutte le illustrazioni all’interno del libro sono riprodotte per gentile concessione della Tolkien Estate, l’organismo legale che gestisce la proprietà di J. R.R. Tolkien, incluso il copyright per la maggior parte delle sue opere. La splendida illustrazione blu e bianca in copertina è invece opera dell’artista inglese Flo Snook.

I mondi di Tolkien contiene numerose teorie di John Garth riguardo a ciò che ha ispirato il legendarium della Terra di Mezzo, insieme ad alcune interessanti deduzioni di altri studiosi. Non si limita a identificare soltanto luoghi reali d’ispirazione per località specifiche della Terra di Mezzo, ma esamina anche posti esistenti e immaginari che Tolkien conosceva attraverso i suoi studi e la lettura. Analizza inoltre le influenze che hanno forgiato le culture e la cosmogonia da lui inventate, considerando i luoghi come una combinazione di posizione, geologia, ecologia, cultura, nomenclatura e altri fattori.

Scheda del libro

I mondi di Tolkien

Titolo: I mondi di J. R. R. Tolkien. I luoghi che hanno ispirato la Terra di Mezzo
Autore: John Garth
Editore: Mondadori (16 febbraio 2021)
Genere: Storia e critica letteraria
Pagine: 208
Prezzo: copertina rigida 30€

All’interno

Il libro è strutturato come una sorta di viaggio che, inevitabilmente, parte dall’Inghilterra e la Contea degli hobbit. Il capitolo successivo intitolato Quattro venti esamina invece le grandi influenze culturali dietro popoli, lingue e cosmologia della Terra di Mezzo. Il terzo capitolo, La terra di Lúthien, è uno dei più interessanti perché segue i tortuosi anni di lavoro che l’autore ha operato sul complesso legame che esisteva in origine tra gli Elfi e l’Inghilterra.

Ci sono poi 4 capitoli di tipo topografico: La costa e il mare è forse quello più importante di tutti (i lettori de Il Silmarillion lo confermeranno), seguito da Le radici delle montagne, poi Fiumi, laghi e acquitrini e Terreni intessuti d’alberi.

Infine, gli ultimi quattro capitoli riguardano luoghi costruiti da popoli e spaziano dall’archeologia (Antiche vestigia), avamposti di difesa (Torri e palazzi), fino a campi di battaglia (Luoghi di guerra) e alla desolazione delle terre industriali (Arti e industria).

Tutto in questo libro è degno di nota, anche l’appendice, in cui si cerca di chiarire un paio di controversie che hanno segnato il dibattito su Tolkien e i luoghi che l’hanno ispirato. Vi consiglio di non saltare nemmeno le note in fondo al libro, ricche di questioni interessanti.

I buchi hobbit

La questione è controversa e diversi studiosi si sono scontrati circa ciò che ha ispirato l’autore a immaginare delle abitazioni tanto particolari per gli hobbit. Si può dire che ormai la porta d’ingresso di casa di casa Baggins sia diventata un’icona dell’intero immaginario tolkieniano!

Una volta, a seguito delle domande incessanti di un giornalista durante un’intervista, Tolkien cercò di chiarire la questione menzionando i ricoveri delle trincee e le case con il tetto di paglia.

Tuttavia, le strutture visivamente più simili alle dimore hobbit sono le case di torba islandesi. Del resto non sembra un’ipotesi così impossibile, soprattutto considerando il fatto che l’autore era un gran conoscitore delle tradizioni dell’Islanda.

Parere personale

Questo non è semplicemente un libro come tanti, che ripercorre i luoghi della vita di Tolkien, ma una piccola enciclopedia curatissima sulle fonti d’ispirazione del legendarium dell’autore.

Un must have per tutti gli appassionati di Tolkien e del genere fantasy, da esporre in libreria accanto alle sue opere!

L’autore

John Garth (1966) vive nell’Hampshire nel Regno Unito ed è il pluripremiato autore del libro Tolkien e la grande guerra. Tiene corsi e conferenze internazionali, collabora regolarmente con i più importanti quotidiani e periodici e lavora come consulente editoriale.

Se questo libro ti interessa, ti consiglio anche:

Tolkien. Il creatore della Terra di Mezzo
Tolkien. Il creatore della Terra di Mezzo
di Catherine McIlwaine
⠀⠀⠀Guida ai luoghi della Terra di Mezzo
Guida ai luoghi della Terra di Mezzo
di John Howe
ACQUISTAACQUISTA


Scrivimi nei commenti cosa ne pensi e per qualsiasi informazione contattami tramite la pagina dedicata sul blog!

Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *